Istruzioni per gli esami (risposte alle domande più comuni, aggiornate al 4/I/2017)



---------------------------------------------







Per superare l'esame è obbligatorio aver ottenuto almeno la sufficienza nella prova scritta, mentre la prova orale è facoltativa.

La prova scritta può essere superata o tramite le prove intercorso, che si sono svolte tutti i Mercoledì pomeriggio nel Laboratorio Paolo Ercoli, oppure tramite l'esame scritto finale, che si svolgerà, salvo imprevisti, nelle date pubblicate sul sito della Facoltà, a Febbraio, a Giugno, a Luglio e a Settembre, sempre nel Laboratorio Paolo Ercoli.

Le prove settimanali termineranno l'ultimo
Mercoledì di Gennaio.

Gli studenti che dopo la penultima
prova scritta di Gennaio hanno già il voto assegnato, pubblicato come di consueto anonimamente, non devono tornare l'ultimo Mercoledì di Gennaio in quanto il risultato sarebbe ininfluente sul voto (1 o 2 arretrati sono stati abbonati); chi invece ha alcuni arretrati (almeno 2) ed ha segnato un intervallo di voti è pregato di tornare per l'ultima prova; chi non ha né voto finale e neanche un intervallo di voti o è risultato sicuramente insufficiente oppure ha un numero eccessivo di arretrati.

Gli studenti che nelle prove settimanali non hanno ottenuto la sufficienza oppure hanno ottenuto un risultato deludente possono rinunciare al voto conseguito nelle prove intercorso e sostenere uno degli esami scritti finali, il primo di quali sarà a Febbraio nella data stabilita
.

Chi è risultato sufficiente nelle prove intercorso può sostenere l'esame orale facoltativo negli appelli successivi, non oltre però quello autunnale.

Ugualmente chi ha superato un esame scritto può decidere di non sostenere la prova orale, oppure di sostenerla in uno degli appelli successivi,
non oltre però quello autunnale.

Qualsiasi risultato, scritto o orale, ottenuto nell'anno accademico in corso può essere registrato al massimo nell'appello di Settembre  (dopo di allora, in occasione dell'inizio dei nuovi corsi, i vecchi risultati verranno annullati). L'appello di Settembre è riservato agli studenti iscritti nell'anno accademico che sta finendo che hanno frequentato i 2/3 delle lezioni: quelli che avranno superato i test di accesso all'A.A. successivo o che sono privi di sufficienti presenze non potranno sostenere l'esame prima del Febbraio successivo.

Chi non ha prima ottenuto la sufficienza nello scritto finale o nelle prove intercorso non può assolutamente sostenere l'esame orale.

Per poter avere l'esame registrato nel mese di Febbraio (sia se si voglia sostenere l'esame scritto o l'esame orale o entrambi) dovrebbe essere indispensabile prenotarsi nel mese di Gennaio, tramite InfoStud (se possibile), per un appello di Febbraio: se non si vuole sostenere l'esame orale occorre prenotarsi per l'appello dello scritto di Febbraio (o in casi eccezionali per quello orale di Febbraio), se si vuole sostenere l'esame orale occorre prenotarsi per l'appello orale di Febbraio.  Per sostenere l'esame in uno degli appelli successivi bisognerà prenotarsi poco prima dell'appello in questione.

Gli studenti che hanno ottenuto un voto soddisfacente durante le prove intercorso, e non vogliono sostenere la prova scritta finale e neanche l'esame orale ma vogliono semplicemente registrare il voto conseguito devono presentarsi (alla spicciolata e silenziosamente) a Febbraio nel posto e nella data che verrà per tempo comunicata dopo essersi prenotati su InfoStud per l'appello scritto di Febbraio. Se uno studente vuole essere verbalizzato, ma pensa di non fare in tempo a venire in quell'occasione per colpa di concomitanti esami può in alternativa venire durante gli scritti o durante una delle sessioni degli esami orali (dopo essersi prenotato su InfoStud per l'appello orale che dura fino a fine Febbraio): in entrambi i casi però con il massimo silenzio per non infastidire gli esaminandi. Gli studenti che desiderano registrare l'esame dovranno portarsi i documenti di rito, ossia la ricevuta della prenotazione su InfoStud, il libretto ed un documento di riconoscimento (se privi di libretto ovviamente non potranno portarlo, l'esame sarà comunque verbalizzato ma verrà trascritto sul libretto in occasione dei prossimi appelli, se non si potranno prenotare su InfoStud ma avranno diritto a sostenere l'esame verranno registrati su un verbale integrativo dedicato a questi casi, ma dovranno lasciare al docente una copia dell'autorizzazione a sostenere l'esame, oltre a tenerne una copia per sé).

Per sostenere l'esame orale lo studente deve preparsi principalmente sui sei argomenti extra (http://parsival.phys.uniroma1.it/FisicaMedA/Lucidi/EXTRA/), uno a scelta dello studente, che dovrà esporre oralmente in maniera più diffusa (diciamo almeno 10 minuti), ed un altro a scelta del docente tra i rimanenti 4, che lo studente potrà esporre in maniera più succinta (diciamo 5 minuti circa); qualora opportuno, se l'esposizione mostrasse eventuali incertezze su concetti di base, oltre all'esposizione degli argomenti potrà essere necessaria qualche domanda su argomenti di Fisica di base. Ovviamente l'esposizione deve riguardare argomenti di fisica medica, e non di pura medicina; trattandosi di fisica medica, i riferimenti alla medicina sono indispensabili, ma non devono essere predominanti. Ossia, per fare un paio di esempi, se si parla di occhio bisogna spiegare i principi fisici della visione, e non va bene una semplice descrizione dettagliatissima dell'anatomia dell'occhio, e se si parla di radiazioni bisogna descriverne le basi fisiche, e non va bene un dettagliatissimo elenco di tutte le patologie che provocano. Il materiale pubblicato serve solo come consiglio e come aiuto alla preparazione, non occorre necessariamente studiarlo tutto e se lo studente preferisce prepararsi sui sei argomenti extra usando altre fonti valide va ovviamente ugualmente bene.

L'esame orale è finalizzato principalmente ad aumentare il voto delle prove scritte, ma nella non auspicabile eventualità che l'esposizione risultasse particolarmente deludente potrebbe anche calare il voto.

La prova scritta finale avverrà con modalità molto simili a quelle delle prove intercorso: un certo numero di problemini (probabilmente circa 60) verrà proposto con un'interfaccia simile a quella consueta (http://www.roma1.infn.it/~parisiv/FisicaMedA/JQJS/), ed andranno risolti in un tempo opportuno (probabilmente tre riprese da 20 domande in mezz'ora circa ogni volta).

Gli esami orali si svolgeranno in alcune date del mese di Febbraio, che verranno concordate per venire incontro alle esigenze degli studenti e dei docenti. Le date di Febbraio saranno pubblicate su un elenco a parte:


http://parsival.phys.uniroma1.it/FisicaMedA/Risultati/Date_Esami.html
 
Gli esami orali si svolgeranno nei giorni e negli orari previsti, al massimo per 12 studenti ogni volta. Gli studenti che intendono sostenere la prova orale nell'appello di Febbraio saranno pregati di comunicare la loro preferenza, tramite un opportuno dispositivo software che è stato messo in attività, in maniera tale che quanto prima sia possibile fissare un calendario definitivo. Ovviamente via via che una data sarà saturata rimarranno a disposizione solamente le altre, a meno di rinunzie. Entrambe le prenotazioni sono necessarie per chi vuole sostenere l'esame orale, quella su InfoStud serve per poter essere verbalizzati, e l'altra serve solo per fissare la data dell'orale.
Il
software di prenotazione è ancora in fase di messa a punto, e per il momento è un po' spartano, con pochi colori e suoni e privo di documentazioni, effetti speciali, ecc. Qualora avesse qualche malfunzionamento si prega di avvisare immediatamente il docente.
La necessità di questo
software per dividere gli esami dovrebbe riguardare solo l'appello di Febbraio, per il quale avverrà la divisione in parecchi giorni, negli appelli successivi, se possibile, tutti gli orali avverranno in un solo giorno (o verosimilmente su due giorni consecutivi al massimo). In base alle esperienze passate nel mese di Febbraio più di 100 studenti sosterrà l'esame, mentre negli appelli successivi meno di 10 ogni volta.
Per eseguirlo bisogna andare all'indirizzo:
http://parsival.phys.uniroma1.it/FisicaMedA/database/JPJS.html
e dovrebbe comparire la tabellina delle prenotazioni in base al numero di matricola.
Per potersi prenotare occorre prima registrarsi, fornendo la propria e-mail, inventandosi a proprio gusto una password e fornendo le proprie generalità, ossia nome, cognome e numero di matricola e scegliendo un colore. Dopodiché dovrebbe essere possibile aggiungere o togliere la propria prenotazione (ogni e-mail può effettuare una sola prenotazione): l'orario dell'interrogazione è ovviamente solo orientativo: se non compaiono posizioni libere è ovviamente inutile cercare di prenotarsi (pena un opportuno suono di ripulsa), e non resta che attendendere l'abilitazione di nuove date, o, in alternativa, l'aumento del numero di esami quotidiani.
In caso di ripensamenti si può spostare o eliminare la propria prenotazione ad libitum; ovviamente, in caso si decida di non sostenere l'orale, la prenotazione di quel giorno va cancellata il più presto possibile, specialmente se quel giorno è già riempito, per rispetto verso gli altri esaminandi che magari ambiscono a quella data. Ovviamente uno studente non si deve prenotare contemporaneamente per più date (in tal caso le prenotazioni verranno automaticamente cancellate). Invece la prenotazione su InfoStud può essere cancellata o meno, non ha nessuna importanza.
Potrà succedere, come in anni passati, che alcuni giorni non sia possibile sostenere gli esami a causa di particolari problemi che comportino la chiusura della città universitaria o almeno la sospensione dell'attività didattica (nevicate o altre seccature): in tal caso questi giorni verranno segnati sulla tabella con apposite icone, e gli studenti dovranno spostare la propria prenotazione in altre date. Ovviamente se necessario verranno aggiunte date che per motivi tecnici (pigrizia del programmatore) potranno non essere presentate in ordine.


Riassumendo,  risposte alle tre situazioni più comuni:

Sono uno studente che vuole essere registrato a Febbraio, cosa devo fare se: